TERMOFLUSSIMETRIA

La valutazione dell’esatta trasmittanza di una superficie, sia essa parete verticale, orizzontale o inclinata, è una stima importantissima ai fini di una corretta valutazione del fabbisogno energetico di un edificio.

Di tutti i metodi che si potrebbero utilizzare per suddetta valutazione, il migliore a livello di esattezza e pulizia è sicuramente la termoflussimetria che consiste nel porre due sensori contrapposti racchiudenti la superficie da esaminare lasciandoli un tempo sufficiente perchè si compia la variazione di temperatura alla quale la struttura normalmente risulta esposta.

Studio-Bonometti-Termoflussimetria

 

I due sensori vengono posti in due punti prescelti della parete considerati idonei e verranno lasciati in posizione per il tempo necessario. Grazie a questa procedura viene misurata la trasmittanza termica, ovvero la quantità di calore che in una determinata unità di tempo attraversa un metro quadro di superficie esposta a due temperature diverse sul lato interno ed esterno. Questo valore consente di calcolare quindi il fabbisogno energetico dell’edificio.